Antonino De Simone lavorazione del corallo del Mediterraneo e alta gioielleria

0
265

un autentico esempio di bello e ben fatto made in Italy

Il Corallo del Mediterraneo con i suoi colori caldi e avvolgenti è apprezzato in tutto il mondo. Un respiro internazionale che caratterizza la Antonino De Simone, che da quasi 190 anni si occupa della sua lavorazione. “La nostra è una Impresa Storica, che si è evoluta senza mai perdere di vista la sua specificità. Ancora oggi lavoriamo il corallo seguendo l’intera filiera, dal grezzo al prodotto finito” afferma con enfasi Gioia De Simone, oggi a capo dell’azienda di famiglia.

Come è nata la vostra passione?

La nostra storia risale alla prima bottega per la lavorazione del corallo a Torre del Greco del marsigliese P. B. Martin nel 1805. Un suo garzone, mio antenato, il primo Antonino De Simone, dopo aver imparato il mestiere, nel 1830 decise di mettersi in proprio dando vita al nostro sogno.

Il laboratorio, lo showroom e l’area museale sono le tre anime dell’azienda?

Il laboratorio è il nostro punto di forza, qui produciamo i semilavorati in corallo che forniamo alle più rinomate maison di alta gioielleria internazionali. Realizziamo le nostre linee di gioielleria a marchio Antonino De Simone esposte nel nostro showroom e nelle più fornite gioiellerie italiane ed estere.

La collezione museale, nata dalla passione di mio padre Antonino, ospita più di 300 monili antichi con corallo provenienti da tutto il mondo. Testimonia il nostro impegno culturale alla divulgazione della storia del corallo. Proprio per questo siamo stati scelti per Matera2019 capitale della cultura.

Qual è la differenza tra i coralli di barriera e quelli preziosi in termini di sostenibilità ambientale?

I coralli di barriera, oltre che protetti, non sono lavorabili o utilizzabili in gioielleria perché friabili. I coralli preziosi, invece, non crescono in barriera, appartengono a specie diverse, vengono pescati dai 50 metri in giù da subacquei professionisti con licenza che prelevano solo i rami più grandi nel rispetto della legge a tutela della risorsa. Da gennaio 2019, finalmente, abbiamo in Italia un piano di gestione della pesca del corallo che ne assicura e ne impone la sostenibilità e la tracciabilità.

Storia, ricerca ma anche grande attenzione ai trend del momento?

Sì. Il colore dell’anno è il Living coral, il mondo della moda lo sta proponendo in una tavolozza di arancioni e rosa che daranno vitalità ed allegria alla nostra estate.

Quale miglior complemento se non un nuovo gioiello in corallo?

di Roberta Imbimbo

Maggiori informazioni

https://www.antoninodesimone.it

info@antoninodesimone.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here