Supervisum: guardiamo oltre.

0
114

L’eccellenza delle tecnologie blockchain al servizio delle imprese 4.0

L’Associazione Blockchain di Confindustria Digitale (ABIE) ha incrementato notevolmente il numero di associati aprendo anche ad aziende che utilizzano tali tecnologie innovative nei loro progetti di trasformazione digitale.

In un modo sempre più digitale ed interconnesso in cui le aziende di qualsiasi dimensione sono chiamate a riorganizzare i processi e a ricercare l’ottimizzazione delle risorse e l’efficacia di mercato, Supervisum, si prefigge l’obiettivo di fornire servizi tecnici e professionali di R&S alle imprese desiderose di innovare tali processi, gli asset produttivi, i prodotti e la stessa logica di business. “I prossimi anni tutti gli analisti di settore prevedono l’affermarsi delle tecnologie blockchain nei diversi settori industriali” asserisce con enfasi l’Ingegner Ninni De Santis, fondatore della società che opera in prevalenza nel centro nord con consulenti attivi a Roma, Milano, Napoli e Palermo.

di Roberta Imbimbo

Ing. De Santis, qual è la mission di Supervisum?

Il nostro obiettivo primario è quello di guidare le imprese nel delicato percorso di digital transformation. La nostra capacità di unire alle competenze in ambito tecnologico la profonda conoscenza della vita delle imprese, ci consente di comprendere appieno le esigenze dei nostri clienti; questi, investendo in attività di R&S , possono ottenere consistenti benefici sia in termini economici che fiscali: un aumento dei ricavi, una sensibile riduzione dei costi operativi, una migliore customer experience, una maggiore capacità di decision making e, più in generale, un maggiore incremento della propria efficienza produttiva. Supervisum, coadiuvata dalla Project & Planning ed il suo team di “specialist”, indirizza le loro scelte sia nella fase di realizzazione dei progetti di R&S, sia in quella di brevettazione che di accesso alle agevolazioni fiscali del bonus ricerca Industria 4.0. Bisogna tuttavia evidenziare che la misura del Bonus R&S nel 2020 ha subito un preoccupante taglio che di certo non favorirà il recupero della media degli investimenti in R&S del sistema Italia che è dell’ 1,3 % circa del PIL contro il 3% della media europea. E queste preoccupazioni Confindustria Digitale le ha già girate al Governo.

Supervisum è membro di Confindustria Digitale per il comparto Blockchain (ABIE) che lo scorso 18 gennaio ha tenuto un’importante Assemblea. Di cosa si è parlato?

In prima istanza si è provveduto al rinnovo delle cariche sociali che hanno visto la riconferma di Giuliano Pierucci nel ruolo di Presidente e di Paolo Cacurri e me in quello di Vicepresidente. L’Assemblea, tuttavia, è stata anche il momento per riassumere quanto realizzato nei primi due anni di attività dell’Associazione: costruire una membership fatta di figure competenti e di elevata reputation e incrementare sensibilmente il numero di associati appartenenti sia alle diverse filiere che stanno utilizzando le tecnologie blockchain nei loro progetti di trasformazione digitale sia al verticale Blockchain/Ict. Poiché nei prossimi anni la blockchain diventerà una commodity utilizzata da migliaia di aziende, l’Associazione si è posta un obiettivo importante: fare in modo che questo strumento sia ben conosciuto soprattutto dal mondo delle imprese e della Pubblica Amministrazione. Anche per questo saremo al Connext a fine febbraio.

 

In cosa consiste questa tecnologia potente, complessa e straordinariamente rivoluzionaria?

Le principali caratteristiche che rendono questa tecnologia davvero importante per il mondo delle imprese sono, la trasparenza, la tracciabilità delle transazioni, la sicurezza basata su tecniche crittografiche ma soprattutto l’immutabilità del registro: ogni transazione o smart contract (un contratto sotto forma di codice informatico che rimanda l’esecuzione di alcune o tutte le sue clausole ad un software) viene inserita in una catena di blocchi e mantiene inalterate le proprie caratteristiche e non può essere assolutamente modificata. Nei prossimi anni, questa sorta di Internet delle transazioni sarà utilizzata a pieno regime, oltre che nel settore finanziario, in diversi settori industriali quali la Logistica, Il Sistema Moda ed Agroalimentare e da tutte le aziende che vogliano in qualche modo rendere trasparente la qualità della propria filiera produttiva in quanto loro punto di forza. In questo contesto, ABIE e Confindustria Digitale contribuiranno in modo importante a supportare questo avanzamento della tecnologia con road show dedicati sia alla presentazione di best practice aziendali di applicazioni della Blockchain sia attraverso contributi di “education” alle tecnologie disruptive, spiegandone in maniera semplice i vantaggi competitivi e quelli fiscali.

 

Per maggiori info: www.supervisum.it

 

 

 

Nella didascalia della foto inserirei

Ing. De Santis titolare della Supervisum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here