L’importanza di un’alimentazione sana ed equilibrata

0
327

Maria Basile

L’importanza di un’alimentazione sana ed equilibrata

Viviamo in un mondo di paradosso dove è assolutamente vietato demonizzare i cibi o dire alla gente di digiunare, per non creare disturbi del comportamento alimentare. In tutto ciò però l’obesità spopola! Vuoi vedere che tutto questo tatto che la società ci obbliga ad usare nel dire le cose non è poi così efficace in termini di risultati?” Inizia così l’interessante intervista alla dott.ssa Maria Basile, noto Biologo Nutrizionista che, dopo una lunga parentesi nella ricerca biomedica in numerosi laboratori di rilevanza nazionale, attualmente gestisce il suo studio di Nutrizione Umana situato ad Acerra, in provincia di Napoli, e la sua sede distaccata di San Nicola la strada, in provincia di Caserta.

di Roberta Imbimbo

 

Dott.ssa Basile, qual è il modo giusto per perdere peso?

Una premessa appare necessaria. Scopo principale del mio lavoro è definire un piano alimentare volto a migliorare lo stato di salute generale del paziente nonché la sua forma fisica, guidandolo nella scelta accurata di qualità e quantità degli alimenti. Il parametro scientifico che va monitorato per verificare l’efficacia del piano è la composizione corporea che va perfezionata in modo preciso e sicuro. Non esiste il modo giusto per perdere peso; esistono invece precisi approcci dietetici, finemente sperimentati nelle migliori università del mondo e avallati dalla comunità scientifica, che vanno ovviamente personalizzati tenendo conto dello stato di salute psicofisica di ogni singola persona.  Personalmente, quando la risposta di corpo e mente lo permette, preferisco cambiare spesso approccio dietetico così da raggiungere l’obiettivo prefissato nel minor tempo possibile.  Sempre in modo sano e sicuro ovviamente. Tra l’altro, questo fa sì che le persone non si annoino nel seguire un determinato piano alimentare ma siano sempre motivate a raggiungere il peso ideale. Il mio metodo di dimagrimento consiste, quindi, in un vero e proprio percorso di riabilitazione alla sana alimentazione nel quale, partendo da una base di dieta mediterranea (modello nutrizionale patrimonio UNESCO che porta al potenziamento del sistema immunitario) si inseriscono diversi step di dimagrimento ad impatto rapido, come la dieta chetogenica e il digiuno intermittente.

In che modo è possibile mantenere nel tempo i risultati raggiunti con tanto sacrificio?

Una regola fondamentale è quella di non perdere mai il controllo della propria composizione corporea. Per questo è assolutamente importante effettuare controlli periodici (almeno 3 – 4 all’anno) presso uno specialista qualificato, per monitorare costantemente la forma fisica raggiunta. Purtroppo, ritornare ad abitudini malsane acquisite in tanti anni di vita non è assolutamente difficile.  Il segreto è quindi imparare a rispettare le regole fondamentali del “mangiar sano” e farle proprie, perché un’alimentazione corretta ed equilibrata è necessaria per proteggere la nostra salute (le patologie correlate all’obesità e al sovrappeso sono tante: si pensi alle malattie cardiovascolari, all’ipertensione, alle dislipidemie o ai disturbi psicologici). Ovviamente questo non significa fare sacrifici a vita perché il nostro corpo è assolutamente in grado di ammortizzare eccessi di cibo nel lungo periodo! È invece importante monitorare l’energia assunta in media in una settimana (per cui ci saranno giorni più stringenti ed altri più soft nel c.d. mantenimento)! Ed ancora, quando si cucina, è importantissimo valutare con precisione le porzioni, perché in ogni famiglia c’è sempre “un anello debole” che finirà per consumare il cibo in eccesso!

 

Per maggiori info: www.facebook.com/MariaBasie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here