Nata circa 20 anni fa ad opera dell’imprenditore Simon Cardinale, la Septu Group ha affermato da subito la propria leadership nel mercato del Security Management, dell’Antiterrorismo e della Travel Security, grazie ad un servizio di ottima qualità offerto da professionisti competenti e preparati.

di Roberta Imbimbo

Dott. Cardinale, la Travel Security è uno degli aspetti più complessi in materia di sicurezza, esigendo competenze ed esperienze ben specifiche. Relativamente a questo aspetto, qual è la mission della società da lei fondata?

Attiva da oltre 20 anni nel settore del Security Management, nel tempo Septu Group ha allargato il proprio core business, diventando sin da subito un importante punto di riferimento anche in ambito di Travel Security. Oggi è altamente qualificata nell’offrire effettiva protezione ad aziende governative o multinazionali, al fine di consentire ai dipendenti in trasferta di spostarsi in totale sicurezza, prevenendo opportunamente le situazioni di pericolo e gestendole ove necessario. Grazie ad un adeguato approccio metodologico di intelligence e a standard operativi molto elevati, è in grado di fare una valutazione dettagliata, caso per caso, dei possibili rischi, e di tradurre i principi e i concetti su cui si basa la Security in processi e procedure molto rigorose.

Quali vantaggi possono trarre le aziende da una partnership con Septu Group?

I viaggi in sede estera possono esporre il personale e l’azienda stessa a pericoli talvolta sottovalutati, soprattutto in caso di trasferte in aree di medio-alto rischio geopolitico (si pensi all’Africa, al Medio Oriente e all’Asia Meridionale). La normativa italiana impone alle aziende di adottare tutte le misure necessarie a proteggere l’incolumità dei propri dipendenti. Gli obblighi di sicurezza sul lavoro sono contenuti nei Decreti 81/2008 e 231/2001, negli articoli 2087 e 2097 del Codice civile e nell’articolo 41 della Costituzione che vieta espressamente alle aziende di svolgere l’attività economica “in contrasto con l’utilità sociale recando danno alla sicurezza, alla libertà e alla dignità umana”. Molte aziende, per non incorrere nelle sanzioni civili e amministrative previste dalla normativa, spesso si limitano ad ottemperare agli obblighi di legge; senza considerare che i Travel Risk sono quanto mai dinamici, cambiano costantemente da paese a paese, e pertanto in caso di necessità, sarebbero sprovviste degli strumenti logistici e dell’esperienza sufficiente a portate a termine operazioni di una certa complessità operativa. L’aumento di frequenza di situazioni potenzialmente pericolose e la diversificazione dei fattori impattanti a livello mondiale rendono articolata l’analisi dell’esposizione al rischio. L’estrema complessità di un’azione tempestiva, completa ed analizzabile in modo efficace rende evidente la necessità di supporto da  parte di player specializzati, con certificazioni comprovabili, che siano in grado di offrire  servizi ad ampio raggio (assessment approfonditi del quadro di sicurezza locale, servizi di alerting in real time, identificazione delle strutture ricettive in grado di fornire adeguati standard di sicurezza, trasporti sicuri, servizi di close protection e piani di evacuazione da aree ad elevato rischio). In questo contesto, Septu Group essendo specializzata sia nell’attività di compliance normativa che in quella operativa, è senz’altro in grado di guidare le aziende in una efficace ed efficiente gestione dei rischi di viaggio, nel rispetto delle leggi e dei doveri etici e morali di tutela del personale.  A seconda delle dimensioni, della struttura e delle esigenze dell’azienda, il suo compito può spaziare dalla formazione del personale allo sviluppo di un TRMD (Travel Risk Management Department) interno all’azienda stessa, fino alla completa gestione in outsourcing dell’intero processo.

Quali sono i vostri punti di forza rispetto alla concorrenza?

Sicuramente l’esperienza maturata in tanti anni di operatività ci consente oggi di contestualizzare e gestire in modo efficiente ed efficace tutta una serie di elementi rilevanti: il profilo del viaggiatore, il settore in cui opera l’organizzazione, ma anche e soprattutto il paese di destinazione; quest’ultimo dev’essere scrupolosamente analizzato per individuare i fattori critici e per collocarlo in uno scenario ben preciso, rendendo così più semplice individuare le adeguate precauzioni e stilare una lista di comportamenti da adottare di fronte alle potenziali situazioni di pericolo. Il Travel Risk non è, infatti, legato solamente al rischio terrorismo o all’instabilità politica di un Paese, ma anche a tutti gli aspetti che ne regolano e ne influenzano la vita, e che possono essere di natura normativa, religiosa o culturale. La nostra filosofia aziendale ispirata all’innovazione (soprattutto tecnologica) e il nostro approccio metodologico lean, smart, automatizzato e preciso (basato su continui aggiornamenti delle varie situazioni di rischio, come allerte sanitarie, disastri naturali, criminalità, sequestri e terrorismo) – ci consentono di garantire standard qualitativi molto elevati in ogni contesto operativo. Con il nostro supporto a livello globale – la nostra presenza molto radicata sia in Italia che all’estero anche grazie a preziose partnership – siamo un importante punto di riferimento per le aziende di tutto il mondo nella loro gestione della sicurezza delle trasferte. Quest’ultimo è senza ombra di dubbio il nostro principale vantaggio operativo rispetto ai competitors, che ci ha consentito di portare a termine con successo operazioni di evacuazione da aree che si erano deteriorate in poche ore. Operazioni condotte brillantemente da personale altamente qualificato (noi investiamo molto nell’addestramento e nella formazione dei nostri 80 operatori) e grazie a tecnologie di supporto di ultimissima generazione, tra cui un’importante SOC sempre operativo in tutto il mondo. 

Per maggiori info (https://septugroup.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here