La chirurgia del sorriso

0
1402

Il dottor Valerio Ramieri spiega quando sono necessari gli interventi ortognatici e quali vantaggi offrono al paziente

La chirurgia ortognatica è quella branca della chirurgia maxillo-facciale che permette la correzione di un ampio spettro di deformità o anomalie dello scheletro facciale. Interviene sull’argomento il dott. Valerio Ramieri, Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale e Ricercatore Universitario alla Sapienza Università di Roma.

Dott. Ramieri, per quali pazienti è necessaria la chirurgia ortognatica?

Le persone che potenzialmente possono beneficiare di tale chirurgia sono quelle affette da malformazioni maxillo-mandibolari, ovvero da patologie caratterizzate dall’eccesso o dal deficit di crescita della mandibola o del mascellare superiore e dalla mancata proporzione tra l’arcata dentaria superiore ed inferiore. Tali alterazioni possono comportare la compromissione di funzioni importanti quali la masticazione, la respirazione e la fonazione nonché problematiche psicologiche legate all’aspetto estetico del volto.

Quali vantaggi offre al paziente questo tipo di chirurgia?

Le moderne tecniche chirurgiche, ed in particolare l’utilizzo del piezoelettrico, garantiscono estrema precisione chirurgica nel rispetto dei tessuti molli limitrofi, maggiore sicurezza, minor traumatismo, miglior decorso post-operatorio e tempi di guarigione più rapidi. Questa chirurgia viene associata all’ortodonzia, eseguita prima e/o dopo l’intervento. La procedura terapeutica Surgery First, rispetto a quella tradizionale, riduce sensibilmente il tempo complessivo della terapia ortodontica, a soli 12 mesi.

 

 

Per maggiori info (www.maxilloroma.it) (valerioranieri@gmail.com)

Casa di Cura Paideia- Via Vincenzo Tiberio 46-Roma- 06 330941

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here