Kiton: il meglio dell’alta sartoria napoletana

0
1178

Un brand prestigioso che dal 1968 seduce il mondo con il suo stile unico e inconfondibile

Nel solco dell’antica tradizione sartoriale italiana, l’azienda Kiton realizza abiti maschili interamente tagliati e cuciti a mano, rigorosamente confezionati con stoffe pregiate (tra le quali spicca la vicuña) e con lo stile inconfondibile del made in Italy, apprezzato e riconosciuto in tutto il mondo. Collezioni originali ed eleganti, raffinate e di squisita fattura, tutte rigorosamente realizzate rispettando e valorizzando la personalità di ogni singolo cliente. La cura per i dettagli (i sarti impiegano dalle 25 alle 50 ore per creare un abito degno della qualità Kiton) è il principale punto di forza di questo prestigioso brand, nato ad Arzano (NA) nel lontano 1968, ed oggi ambasciatore nel mondo dell’eccellenza artigianale italiana. “La qualità dei nostri capi è ineguagliabile” chiosa Antonio De Matteis, CEO del marchio partenopeo, prima di raccontarci qualcosa sul suo passato vissuto girando il mondo al fianco del carismatico fondatore, Ciro Paone; un’icona di stile che ha saputo elevare la sartoria napoletana da semplice forma di artigianato ad espressione d’arte.

Qualità eccelsa, stile senza tempo e gusto tutto italiano sono i pilastri del vostro marchio, amato dagli uomini più potenti del pianeta: De Matteis può raccontarci come è nata la vostra passione per questo lavoro?

Era il 1956 quando mio zio Ciro, che allora commerciava tessuti a Piazza Mercato, decise di allargare il core business dell’azienda tessile di famiglia all’alta sartoria «artigianale» per confezionare abiti da uomo con tessuti pregiati e raffinati. Grazie ad una forte determinazione, nel 1956 fondò la CI.PA., un’azienda giovane e dinamica che contava circa 40 sarti.  Affermatasi soprattutto sui mercati internazionali – dove l’acronimo nato dalle sue iniziali poteva essere equivocato con il termine inglese “cheap”, ovvero economico, un nome non in linea con la politica aziendale fatta di ineguagliabile manualità – nel 1968 decise di dar vita al marchio Kiton (da “CHITONE”, la tunica cerimoniale indossata dall’antica aristocrazia greca), in poco tempo diventato famoso in tutto il mondo.

Ed infatti dalle cinque sedi produttive di Arzano, Parma, Fidenza, Caserta e Biella, oggi l’azienda fattura circa 120 milioni di euro, esportando l’80 per cento del prodotto in 15 Paesi, soprattutto in Europa. Qual’ è il segreto di tanto successo?

Gli importanti traguardi raggiunti sono senza dubbio frutto della passione per il nostro lavoro e della ricerca maniacale della perfezione in ogni fase della lavorazione. In Kiton il capitale più importante è sicuramente quello umano, rappresentato dagli 800 artigiani che ogni giorno, con sapiente maestria e fantasia, danno forma ad abiti di un’eleganza raffinata e inimitabile, fatta di tanti piccoli particolari, portando avanti la filosofia di un’azienda che punta sempre più a preservare l’artigianalità delle lavorazioni.

di Roberta Imbimbo

Per maggiori info: www.kiton.it info@kiton.it tel. 0815855111

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here