Nata nel 2007 dalla fusione di due studi professionali di assoluto prestigio (quello dell’Ingegnere Michele Famiglietti e quello dell’Ingegnere Nicola Sampietro), la Costructura Consulting è una engineering che associa, nella sua struttura interdisciplinare, professionisti di consolidata esperienza e giovani di elevata specializzazione, per l’ideazione e lo sviluppo di progetti integrati.

di Roberta Imbimbo

Architetto Carla Famiglietti, perché è stata scelta la forma cooperativa per la Costructura Consulting?

Perché i soci fondatori hanno rifiutato l’idea di una società gerarchica e piramidale, privilegiando invece un istituto societario decisamente più snello e dinamico, che garantisse una forte flessibilità organizzativa, la centralità delle persone, e la cooperazione di professionalità diverse; un istituto orizzontale e partecipativo che garantisse lavoro stabile, sviluppo e stabilità economica della società nel tempo. Questa forma societaria, che attenua la conflittualità interna proprio grazie alla forte partecipazione democratica di tutti i soci ai processi decisionali (una testa, un voto), si è rilevata nel tempo davvero strategica. E’ infatti diventata il nostro principale punto di forza, poiché ci ha resi un’unica entità in grado di trovare soluzioni efficaci anche a problemi complessi: tutti i soci – oggi circa una ventina – partecipano in egual misura alle decisioni gestionali e strategiche, assumendosi un pezzetto di responsabilità e apportando il proprio prezioso contributo ogni giorno con l’impegno quotidiano nell’esercizio del proprio lavoro.

Ingegner Nicola Sampietro, oltre alla forma societaria, quali sono gli altri punti di forza che vi contraddistinguono dai competitors?

Sicuramente la multidisciplinarietà, che ci consente di allineare politiche, strategie, processi e risorse al raggiungimento di un obiettivo comune, ovvero la massimizzazione della customer care, per essere sempre più competitivi sul mercato dell’edilizia e dei servizi dell’ingegneria e dell’architettura. Grazie all’esperienza maturata in 14 anni di attività, negli ultimi anni siamo riusciti ad infoltire notevolmente il nostro parco clienti: oggi abbiamo sia una committenza di tipo pubblico che di tipo privato, sia in Italia che all’estero. L’intersettorialità  ci consente di curare la progettazione a 360 gradi, dal punto di vista strutturale, ingegneristico, architettonico, urbanistico e di offrire servizi ad alto valore aggiunto quali  l’analisi e la pianificazione economica-finanziaria degli interventi, e la valutazione e la regolamentazione degli aspetti burocratici-amministrativi delle procedure. L’obiettivo è quello di dare all’opera da realizzare un contributo sia in termini di sostenibilità ambientale, rispettando il territorio con cui ci relazioniamo, sia in termini di rilancio culturale, sociale ed economico del contesto circostante, come nel caso di alcuni progetti molto importanti che stiamo curando in Campania (la riqualificazione dell’Arco di Traiano di Benevento, del lungomare di Torre Annunziata, e dell’università di Viticultura di Avellino). In futuro, puntiamo a migliorare la qualità dei servizi offerti, attraverso la metodologia BIM, accettando la sfida della transizione ecologica verso cui si avvia il nostro Paese in tutti i suoi risvolti, legati all’architettura, l’ingegneria e le politiche fiscali. A tal fine, siamo sicuri che il mercato offrirà grandi opportunità, anche grazie alle risorse previste dal Next Generation Fund e dalla Legge di Bilancio 2021 che daranno un nuovo impulso all’intero settore.

Per maggiori info (http://www.costructura.it) (contatti@costructura.it)         

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here