Duesse Infortunistica, professionalità ed affidabilità al servizio del cliente

0
193

Nata nel 2015 dall’esperienza maturata in ambito assicurativo dal socio fondatore, la società Duesse Infortunistica ha affermato sin da subito la sua leadership in un settore fortemente competitivo, grazie alle competenze specialistiche e multidisciplinari di un team altamente qualificato e motivato. Sergio Presicce, Presidente di quest’eccellenza tutta italiana, ci parla delle novità introdotte dalla legge Gelli in materia di responsabilità sanitaria e del loro impatto sul modo di lavorare di un Gruppo che da sempre mette al centro del proprio lavoro l’essere umano e i suoi diritti.

Di Roberta Imbimbo

Dott. Presicce, con quale mission è nata la società da lei fondata?

Duesse Infortunistica tutela le vittime di incidenti stradali, di infortuni sul lavoro e di errori medici consentendo ai danneggiati per responsabilità di terzi di ottenere il giusto risarcimento danni nel minor tempo possibile. Nata a Pesaro nel 2015, nel tempo ha aperto succursali a Riccione, Bari e Cattolica ed ha instaurato relazioni preziose con una fitta rete di partner strategici, diventando così operativa su tutto il territorio nazionale. Grazie ad un team qualificato è in grado di assistere i propri clienti a 360 gradi, soprattutto in un settore articolato e complesso come quello della responsabilità sanitaria, dove il ricorso a professionisti esperti è estremamente necessario prima di intraprendere una qualsiasi azione che non sminuisca i danni e le lesioni patiti dal danneggiato. Molte persone oggi perdono la vita o sono colpite da errori medici molto gravi, a causa ad esempio di un intervento chirurgico sbagliato, di una diagnosi errata, di un’infezione contratta in ospedale. Ed è qui che interveniamo noi offrendo la migliore consulenza possibile, finalizzata non solo all’accertamento delle dinamiche della lesione ma anche alla precisa quantificazione dei danni patrimoniali e non patrimoniali che il danneggiato e i suoi parenti più stretti hanno subito e subiranno in futuro a causa del sinistro. Oltre alla professionalità e all’esperienza maturate in tanti anni di attività, il nostro principale tratto distintivo è quello di sgravare i nostri assistiti da qualsiasi preoccupazione, burocratica ed economica (il cliente non anticipa alcuna spesa, noi chiediamo solo una percentuale sul risarcimento in caso di esito positivo della pratica), che possa acuire il loro già delicato stato di salute fisica e psicologica. Questo perché, per noi, al primo posto c’è il danneggiato; ci sono le sue esigenze, le sue emozioni, e soprattutto i suoi diritti che può e deve far valere nelle sedi competenti.

In che modo la Legge Gelli-Bianco ha inciso sul vostro modo di lavorare?

Sotto il profilo meramente operativo, che risulta decisamente più snellito, la novità più rilevante è rappresentata dal fatto che oggi il paziente che ritenga di essere stato danneggiato da un errore sanitario, prima di agire in giudizio per ottenere il giusto risarcimento, deve rivolgersi al Giudice per chiedere la nomina di un medico legale; questi è tenuto ad affermare, in via preliminare e in relazione al nesso eziologico, la sostenibilità del caso, fornendo un Accertamento Tecnico Preventivo (ATP) sull’eventuale responsabilità extracontrattuale del medico o contrattuale della Struttura sanitaria. Sulla base del parere fornito dal medico nominato dal Tribunale, noi siamo in grado di consigliare al nostro cliente la strategia più giusta, anche cercando un accordo con la controparte, evitando di dover necessariamente ricorrere ad una causa ordinaria. Insomma, lavorando in un ambito delicato e difficile della sfera umana, la nostra mission è quella di offrire un adeguato supporto tecnico e psicologico a chi ha subito una lesione al bene salute.

 

Per maggiori info (https://gruppoduesse.com)